Un week-end al mare


Siamo arrivate il pomeriggio tardi alla casa che la mia amica Maria ha comprato qualche anno fa a Marina di Bibbona. Sistemate due cose, abbiamo deciso di scendere subito in spiaggia per goderci l’ultimo sole e il tramonto e poi di andare a mangiare in qualche ristorante, senza la preoccupazione di dovere preparare una cena.

E’ il privilegio di essere pensionate e di essere, almeno questo week-end, senza impegni con figli e nipoti che impongono ritmi familiari diversi.

Marina di Bibbona è un posto che mi è sempre piaciuto: per me il mare è quello, lo preferisco a zone magari pittoresche ma scogliose, con la sua lunga spiaggia dove puoi cammminare quanto vuoi e secondo il fiato che hai, al lato le dune con la macchia mediterranea e i gigli bianchi che non si possono cogliere e, ad un certo punto, la pozza di acqua dolce che scaturisce da una sorgente nascosta, circondata da canne che oscillano al vento.

Il rumore delle onde ha subito su di me un effetto rilassante , quasi non posso credere di potere camminare a piedi nudi, affondando nella sabbia soffice, senza la costrizione di scarpe.

Raccolgo due sassolini, ce ne sono di molto belli e di varie forme e colori.

L’acqua è calda , così decido di farmi un bagno. Saltello un pò fra le onde, poi mi immergo e faccio il morto. Il corpo sembra senza peso, galleggia leggero, l’acqua fino all’orecchie mi precipita in un silenzio ovattato. Faccio due bracciate pigre per sgranchirmi un po’.

Esco e mi asciugo, sento la pelle che tira per la salsedine. Provo un senso di pace, i muscoli si allentano, i polmoni respirano.

” Sono asciutta” dico all’amica che non è entrata in acqua ” che dici andiamo a mangiare?”

“Vai” mi risponde ” uno spaghettino alle vongole non ce lo toglie nessuno” e ci avviamo verso un ristorante vicino che ha una terrazza magnifica vista mare.

Peccato che tutto questo non sia successo.

Quest’anno non sono andata al mare neanche un giorno e chissà se mi ricapiterà mai di poterci andare.

I dottori dicono che chi fa chemioterapia non può prendere il sole.



		

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: